le motivazioni della condanna di 1000 euro a Paolo Mocavero :-)

Alcune settimane fa il tribunale di Belluno ha condannato in primo grado, il leader di Centopercentoanimalisti Paolo Mocavero, a 1000 euro di multa e un risarcimento totale di 6000 euro ai parenti del defunto, oltre alle spese processuali. Ora sono arrivate le motivazioni: il Tribunale di Belluno non ha ravvisato né una condotta recidiva, né una certezza sull’esistenza del danno morale cagionato alle parti civili, tale da pronunciare l’immediata esecutività del risarcimento, quindi, tutto rinviato al secondo grado di giudizio.

Questo significa che fino al terzo grado di giudizio, Paolo Mocavero, che ha fatto appello, non scucirà una fava, ma c’è di più. I querelanti, nel caso più realistico di prescrizione del reato, dovranno versare più di 6.000 euro tra le spese, compensi, onorari e diritti del processo….per il quale, fin dall’inizio, il PM aveva chiesto l’archiviazione perché il fatto criminoso non sussiste. 

Conclusioni: se il processo andrà in prescrizione, non solo a Paolo Mocavero verrà annullata la condanna, verrà annullato anche il risarcimento. Ieri è stato depositato in procura l’appello da parte del nuovo avvocato del Movimento Centopercentoanimalisti, Zuleica Gregianin del foro di Padova.

Queste le dichiarazioni di Paolo Mocavero: “la recidività potrebbe aver creato un problema per le tempistiche in appello, quindi bene così. Devo fare i complimenti all’avvocato dei querelanti, l’unico che probabilmente prenderà dei quattrini, non i miei ovviamente.”  

Leggi Anche

Video esclusivo! Ecco cosa fanno a Beagle

In qualsiasi piattaforma, questo video sarebbe censurato in tempo reale. Questo è quello che subiscono …