Venezia calcio – blitz al taliercio vs lo sponsor “becher”

Il 12 agosto scorso, il Venezia Calcio annunciava sul proprio sito ufficiale come Top Sponsor, la ditta “Bechèr”. Nome appropriato, el bechèr in Veneto è il macellaio. Infatti questa ditta, con tre stabilimenti nel Veneto, opera nel campo dell’uccisione, squartamento e commercializzazione di Animali, i cui cadaveri sono fonte di guadagno.

Noi abbiamo sempre sostenuto che determinate attività non portano bene: lo scorso anno il Venezia è retrocesso in serie B, nonostante avesse in squadra calciatori validi, ma lo sponsor era lo stesso di quest’anno e noi lo evidenziammo.

Un’altra conferma è l’attuale campionato, e per il Venezia non va certo bene, anzi. E’ vero che il denaro non ha odore, ma sarebbe una bella cosa se i dirigenti delle società sportive mettessero anche delle considerazioni etiche, nella scelta di chi li finanzia.

Nella prima serata del 13 agosto, Militanti del Movimento Centopercentoanimalisti, hanno affisso uno striscione ironico sui cancelli del campo sportivo del Taliercio, dove la squadra Lagunare si allena. Questo il testo dello striscione in dialetto Veneto: “el becher no porta ben! Xe n’attimo ea C… “ (il Becher non porta bene! E’ un attimo la serie C).

Il video

Le foto

Leggi Anche

azione vs il Trentino, tappezzata l’entrata della provincia autonoma di Trento…

Dal 2014 (uccisione dell’Orsa Daniza) non ci siamo mai fermati, abbiamo sempre contestato e boicottato …