SonCretenPerdavver analisi finale

Aggiornamento: i nostri dottorini falliti non hanno preso bene questo articolo ed hanno perso un pomeriggio intero per la loro patetica smentita. Come da copione continuano a negare, importante che i motori di ricerca facciano il resto, soprattutto con la new entry del “ferroviere” che ha ispirato la tazza di ceramica nella citazione dei pannoloni. Stefano Giordani (Tristan) non ha perso di ostentare quello che non è, un povero studente fallito che nonostante i tortellini di Alessia Di Manno regalava anche ai suoi professori per passare gli esami, è rimasto fuori corso e continua a farsi mantenere dai genitori. Umberto e Giulia sparirono dopo un mese da questo sito, dopo ci avete facilitato il compito e siete stati smascherati, in quanto a Davide Dellagnello è l’ennesimo vostro profilo troll, cara banda di ritardati. Beppe Bonadefe, non esagerare con le puttanazze, altrimenti ti licenziano, quindi Giulia Pedra alias Giulia Pedrazzini, ovvero il W.C. che ti sta in fianco rischia di andare a lavorare. Grazie comunque per far girare l’articolo, che eravate dei poveri coglioni bugiardi già lo sapevamo, ma che ne approfittate della vostra mancanza mentale, pure…

Hanno sempre negato di essere gli admin della pagina scp, invece sono proprio loro. Per dare ad intendere che loro non c’entrano niente, hanno pubblicato diverse volte i nostri articoli dove li prendiamo per il culo come meritano, geni davvero, i motori di ricerca ringraziano. Nelle loro pagine fogna, il più coglione di tutti rimane Giuseppe Bonafede, che gestisce anche “universo caccia”. Ogni volta che un quotidiano pubblica una notizia su di noi, arriva puntuale a rosicare con i suoi miseri tentativi di denigrarci, povero infelice. Del resto con una tazza di ceramica come compagna e un lavoro di merda che si ritrova, non possiamo pretendere di più. Per non parlare delle puttane a basso costo che si porta in guardiola quanto fa il turno notturno, il cretino fa il metronotte.

Queste le loro facce e i loro nomi.

Stefano Giordani, un vivisettore mancato, millanta di essere un professore, in realtà non si è mai laureato, anzi, in estate fa l’infame mettendo multe alle auto in sosta vietata. Lui è Tristan. Dalla tasiera un autentico impavido, nella vita reale prendeva schiaffoni anche all’asilo, un frustato fallito che passa il suo tempo a bullizzare gli Animalisti. La cravatta (tanto per capire a che razza di bifolchi appartiene) l’ha comprata usata da un circense su Ebay…

Aggiornamento: questo coglione vivisettore fallito fuori corso perenne, ha detto che siamo invidiosi della sua cravatta, dipinta a mano da un artista, ce lo immaginiamo il nuovo Picazzo. Quindi non solo l’ha comprata, se ne vanta pure di indossare quella cravatta di merda, stare zitto che sia una brutta idea?

Eccola qui la tazza di ceramica, Giulia Pedrazzini alias Giulia Pedra, la donna più brutta d’Italia, nemmeno con un sacchetto in testa riuscirebbe a far alzare l’asta ad un naufrago. Perché siamo così irrispettosi nei confronti di questo sacco di merda andato a male? La sua passione è prendere in giro le Donne per l’aspetto fisico, una faccia tosta mica da poco. Tarocca le sue foto per sembrare quasi normale, purtroppo per lei, sempre un vespasiano con i piedi rimane. Lei è Rossana. Altra vivisettrice fallita, che pulisce le stalle all’università, si spaccia per una veterinaria, in realtà è una con le pezze al culo che si fa mantenere da Beppe Bonafede il coglione. Niente da dire, questa è veramente brutta come la fame. Pensate che spesso tenta di prendere in giro Daniela Martani, lei! Con quel fisico da betoniera e quella faccia da sputi che si ritrova. Ma come si veste?

Aggiornamento: la tazza di ceramica, Giulia Pedra alias Giulia Pedrazzini figlia del pannolato sotto, sostiene che noi siamo invidiosi delle coppie felici. Ci faccia capire questa bidella part-time, ha un fidanzato morto di figa che con i profili falsi si raspa H24, che di notte paga le signore allegre di fine carriera, anche il corriere di Amazon ha intuito il contenuto dei pacchi vietatissimi che le arrivano puntualmente, e parla di coppia felice? Per non parlare che per tirare a campare, questa infame orripilante, traffica con i Cani di razza. Appunto, alcune Tartarughe vengono abbandonate perché disabili e ci sono Animalisti che le recuperano, grassona laida di merda, stai muta e rosica. Infine, Pedrazza budellona, hai provato a fare una ricerca con il tuo nome su Google? Già, noi non sappiamo come funzionano i motori di ricerca… …

Lui è Beppe Bonafede, un fallito che ha fatto le serali per garantire la sua occupazione di merda. Da una mano ai due falliti sopra e gestisce a tempo pieno la pagina “universo caccia”. Di notte è stato più volte richiamato dai suoi superiori perché portava le puttane attempate della tangenziale in guardiola, da questo punto di vista lo comprendiamo: praticare la “pecorella” e affondare nel lardo della Giulia Pedrazzini alias Giulia Pedra diventa una impresa, un TIR di viagra non basterebbe. Ha una miriade di profili falsi, tra cui quelli che usa spesso: Marco Marto e Antonio scannagatti. Lui è lo zerbino stupido del cartello delle merde.

Alessia Di Manno, un’altra vivisettrice fallita che aiuta a gestire la pagine ai babbei sopra. Dai “tortellini” offerti ai professori per ottenere dei buoni risultati all’università è finita per fare la schiava da Amazon (licenziata), ora fa la parrucchiera in nero a Pisa in casa dei nonni. Altra latrina con autostima da brivido. Prende in giro le Animaliste per l’aspetto fisico, alta mezzo metro (quando offriva i tortellini ai professori lo faceva direttamente in piedi) ha due fianchi e due coscione da far rosicare i giocatori di rugby.

Aggiornamento: strano, se non sono loro, che abbiamo monopolizzato tutti i commenti sulla loro pagina fogna, il più coglione di tutti rimane Stefano Giordani (tristan) millanta ricchezze, peccato per lui che da come si veste (la cravatta da clown è orribile, calzini alla Tedesco anni 70, che nemmeno Fantozzi) rimane un bifolco squattrinato. Anche la puffa insaccata, non scherza. Alessia Di Manno sostiene che il lavoro da Amazon prevedeva un anno di contratto, dice che non fa la parrucchiera. La realtà invece è un’altra, questa Littizzetto dei poveri, non ha mai finito gli studi (troppo stupida, mente limitata), da Amazon l’hanno cacciata, per tirare a campare fa la parrucchiera con scarsi risultati. Questa è talmente ritardata che la quantità di merda che si ritrova al posto del cervello, le esce dalle orecchie.

Infine, lui è Claudio Pedrazzini, il padre di Giulia Pedra alias Giulia Pedrazzini, praticamente due gocce d’acqua. Scrive libri “molto impegnati” sui “trenini”, Pablo Neruda è una pigna nei suoi confronti. Perché lo abbiamo menzionato? Sua figlia (che non a caso si firma con Pedra e non Pedrazzini per non fargli fare una figura di merda) spesso parla di pannoloni e incontinenza, ora capiamo motivo della sua ispirazione.

Nel prossimo articolo citeremo i principali seguaci di questi ritardati, dalla galotta, detta la donna birillo sposata con un sacco di spazzatura, praticamente l’unico coglione che ha trovato in 40 anni, ad altri impavidi da tastiera.

Leggi Anche

il rosiko dei trolloni

IL nuovo gioco! I soggetti in questione, bullizzano, deridono, insultano gli Animalisti, soprattutto le Animaliste, …