azione vs il Trentino, dopo gli Orsi, ora i Cormorani

La Provincia Autonoma di Trento ha annunciato, alcune settimane fa, nella persona dell’assessora a Caccia e Pesca, la ripresa e l’estensione della caccia al Cormorano. Questo, in deroga alla Legge Regionale, perché il Cormorano sarebbe una specie protetta… 


E allora perché ucciderlo? Ovviamente, in primis, per far contenti i cacciatori, sempre in cerca di qualcuno da ammazzare. Ma c’è un sottile ragionamento della Provincia: la fauna ittica è in forte calo nei corsi d’acqua trentini. Causa: le opere idrauliche, l’inquinamento, lo svuotamento periodico dei bacini artificiali. A questa catastrofe provocata dagli umani, si aggiunge il prelievo di circa 150 Uccelli, che devono pur mangiare. E neppure tutto l’anno, dato che è una specie di passo. Ma, ovviamente, si sceglie di uccidere Animali, per salvare i Pesci, che devono venir uccisi per servono a divertire i pescatori. 


Alla vigila della partita Virtus Verona vs Trento (girone A della serie C), Militanti di Centopercentoanimalisti, per ricordare le nefandezze di quella terra, famosa soprattutto per aver ucciso e imprigionato dei poveri Orsi, nella notte tra il 6 e 7 novembre, hanno tappezzato con manifestini adesivi lo stadio “Mario Cavagnin Sinibaldi Nocini in zona borgo Venezia a Verona.

Leggi Anche

I Beagle di Verona, assediata Aptuit nella notte, le guardie stanno a guardare

Continua la mobilitazione a Verona per salvare e liberare i 20 cuccioli di Cane destinati …