striscioni vs la costruzione di altane a Ospedaletto Euganeo (Padova)

In tempo di crisi, la Provincia di Padova riesce a trovare 25mila euro per lo sterminio dei Cinghiali dei Colli Euganei. Come annuncia trionfante il vice presidente Gottardo, nel Parco (che è tutto tranne che un parco naturale), in zona “le Vallette” a Ospedaletto Euganeo, verrano  piazzate una decina di piattaforme sopraelevate (4metri) dalle quali i cacciatori potranno sparare comodamente e senza rischi (a conferma di  quanto sono vigliacchi), sui Cinghiali. 

E queste altane saranno piazzate nei punti dove gli Animali sono soliti passare. Così, ancora una volta con uccisioni di massa, pensano di risolvere il “problema” dei Cinghiali (introdotti dai cacciatori), anziché cercare una forma di convivenza con le altre specie: convivenza che sarebbe possibile, partendo da un principio di rispetto: ma la lobby dei cacciatori detta legge.

Nella serata di mercoledì 5 ottobre, Militanti del Movimento Centopercentoanimalisti, hanno affisso degli striscioni in zona “le Vallette” a Ospedaletto Euganeo, per far capire a questi signori che non staremo a guardare. Consigliamo a questi “geni” di contattare i loro colleghi del parco pineta (Como-Varese), dove non si contano più le altane “demolite”. Infine, tengano conto che delle “foto trappola” ce ne infischiamo, quindi si preparino alle nostre azioni legittime per la difesa dei Cinghiali.

Il video

Le foto

Leggi Anche

Verona: intervento dei Militanti per salvare i Piccioni imprigionati all’interno della DHL

Nei giorni scorsi, i dipendenti della DHL di Verona hanno chiesto l’intervento dei Militanti di …