Saronno: tappezzata la chiesetta. No alla sagra con gli Animali

Dopo due anni di interruzione, tornerà a metà gennaio 2023 la sagra con  corteo storico a Saronno, dedicati a Sant’Antonio Eremita. E’ un evento  assai contraddittorio: mentre Antonio Eremita è protettore degli Animali, gli Animali vengono usati e maltrattati nella sagra e soprattutto nel corteo.  

Animali cosiddetti “domestici” vengono tenuti in gabbie o recinti, esposti al pubblico, per la durata della sagra. Nel corteo storico, Pecore, Cavalli, Buoi, Galline, Cani sono costretti a sfilare  tra il rumore e le grida degli spettatoti che fanno ala.  Da anni  contestiamo  questo aspetto della sagra, e chiediamo cosa  c’entrino gli Animali nella rievocazione, e che bisogno ci sia di farli  stressare e soffrire.

Lo abbiamo chiesto al sindaco precedente, lo chiediamo ora al sindaco attuale, che, pur essendo di un’altra parte politica, non ha mostrato finora maggior sensibilità nei confronti degli Animali.  

Per ricordare che i nostri Militanti insieme alle sigle della Sinergia Animalista saranno presenti a Saronno il 15 gennaio 2023, nella serata del 30 novembre è stato affisso uno striscione sul cancello della chiesetta di Sant’Antonio e un manifestino di monito…

Il presidio è autorizzato, ma poco cambia, saremo presenti comunque

Video

Foto

Leggi Anche

Turate (CO) – sparse granaglie in tutto il paese vs l’ordinanza del sindaco che vuole eliminare i Piccioni

Come abbiamo annunciato precedentemente, sull’iniziativa del sindaco di Turate volta a sterminare i Piccioni nel …