ALF – azione nel Bolognese

Bologna, 21 giugno 2021 – “Giù le mani dalle lepri” e “Avete le mani sporche di sangue”. Sono solo alcune delle scritte lasciate la notte scorsa dagli ignoti che hanno devastato le serre della cooperativa agricola Arvaia di via Olmetola, a Borgo Panigale. Ignoti che hanno però firmato il loro lavoro sotto la sigla.

Alf, ossia ‘Animal liberation front’. Stando a quanto ricostruito dalla polizia, intervenuta ieri mattina con le Volanti, la Digos e la Scientifica sul posto, gli animalisti si sarebbero introdotti all’interno dell’area dove la cooperativa tiene serre e campi e, dopo aver distrutto i recinti, ha devastato le coltivazioni. Lasciando la firma non solo con la vernice spray nera sui teloni delle serre, ma anche utilizzando i meloni, non ancora maturi, per ordinarli a comporre la sigla Alf.
 

Il motivo del blitz degli animalisti, secondo gli investigatori che stanno lavorando anche per individuare eventuali telecamere presenti tra via Olmetola e zone limitrofe, sarebbe dovuto al fatto che la coop Arvaia, per evitare che le lepri rovinino le colture e mangino le piantine, le catturerebbe al fine di portarle altrove, allontanandole dai campi. Attività svolte dalla cooperativa di coltivatori biologici con l’ausilio delle guardie venatorie. E attività ritenute inaccettabili dalla sigla animalista anarchica, che l’altra notte ha deciso di entrare in azione devastando, ben oltre quello che possono fare delle lepri, i campi di prodotti bio. Tra le varie scritte lasciate sui capanni, anche l’epiteto “sporchi assassini” e la minaccia “Attendiamo vostre notizie o torneremo”.
 

Fonte: il Resto del Carlino

Leggi Anche

Militanti del Fronte Animalista, AVI e META irrompono alla mostra della vergogna a Firenze

Militanti del Fronte Animalista, A.V.I. (fratelli della Sinergia Animalista) e META, sabato pomeriggio alle ore …